1. Cesare Battisti, Torregiani: “Finché non atterra in Italia, non c’è giustizia  Il Fatto Quotidiano
  2. Battisti, Torregiani: 'Questa storia mi ha svuotato, ora è fatta'  Agenzia ANSA
  3. Il caso Battisti, dall inizio a oggi  Wired.it
  4. Torregiani incontra Salvini: "Ferita chiusa quando Battisti sarà in carcere"  TGCOM
  5. Torregiani vede Salvini  Adnkronos
  6. Visualizza copertura completa su Google News

“Penso che mio padre, Sabatini e Campagna possano finalmente riposare in pace”. Lo ha detto Alberto Torregiani, figlio di Pierluigi (ucciso dai Proletari armati per il comunismo nel ’79), arrivando alla scuola politica della Lega, sull’arresto di Cesare Battisti avvenuto a Santa Cruz, in Bolivia. “La ferita non è ancora chiusa, sarà chiusa quando sarà […]

'Sono fiero del lavoro fatto in famiglia', ha detto (ANSA)

L'omicidio Torregiani, la fuga in Messico e in Brasile, la dottrina Mitterrand e l'appello degli intellettuali: storia di quarant'anni di indagini internazionali

E' durato circa dieci minuti l'incontro alla scuola di formazione politica della Lega, a Milano, tra Matteo Salvini e Alberto Torregiani, figlio del gioielliere ucciso il 16 febbraio 1979 dai Pac, nel corso di una sparatoria in cui lui stesso rimase colpito e paralizzato. "E' stato un caso che io fossi qui oggi - precisa Torregiani -. E' che faccio parte dell'associazione che ha organizzato questo evento", ma l'occasione è stata certamente utile per "chiedergli di mantenere la fermezza".